Riapertura 25 Maggio. Ecco cosa cambia.

La normativa vigente sulla sicurezza igienico-sanitaria delle piscine è sempre stata un modello fin qui soddisfacente. Ma l’attuale sopravvenienza dell’emergenza della Covid-19, pure considerando che la presenza del cloro in acqua “attenua” se non impedisce uno specifico contagio, consiglia ulteriori norme che rendano ancora più sicure le piscine e i luoghi attinenti e il loro utilizzo, e quindi il lavoro del personale addetto e di assistenza e la pratica sportiva degli utenti.

Noi, in vista della riapertura del 25 Maggio, ci siamo attivati con un regolamento che segue fedelmente le indicazioni espresse dal decreto del 17 maggio e successive modifiche dalla Presidenza del Consiglio e dalla Federazione Italiana Nuoto.

Sappiamo bene che le nuove disposizioni sono estremamente complesse e rendono la gestione dell’allenamento particolarmente fastidiosa ma, la Fase 2, sicuramente transitoria, considera l’emergenza non conclusa e se vogliamo allenarci in sicurezza, non possiamo che attenerci alle indicazioni elaborate da Enti preposti.

Vi chiediamo soprattutto puntualità. Giornalmente è obbligatorio tracciare gli ingressi dei tesserati e il turno di 55 minuti in cui nuoteranno. Questo è propedeutico al fine di individuare, in caso di sopraggiunta positività, i possibili contagi. Ecco perché non è possibile riempire la vasca con nuotatori di orari e durate di allenamento differenti. Sarebbe impossibile fornire un elenco delle possibili interazioni tra soggetti.

La segreteria ha il compito della gestione dell’ingresso dopo la verifica della temperatura corporea (sotto i 37.5), la regolarità dell’abbonamento e la validità del “classico” certificato di idoneità sportiva.
Quest’ultimo vi consente di effettuare l’allenamento, in assenza o scadenza non sarà autorizzato l’ingresso.

La normativa prevede che venga fornita una autocertificazione in cui il tesserato dichiara di non esser stato affetto da malattia Covid-19 e l’assenza di esposizione personale a casi accertati o probabili o sospetti della stessa negli ultimi 14 giorni.  Qualora le condizioni dichiarate dovessero variare il tesserato ha l’obbligo di informare la segreteria e redigere una nuova certificazione.

Coloro che sono stati affetti da malattia COVID-19 devono presentare la documentazione dell’ASL di appartenenza, che attesti la guarigione.

L’accesso non potrà essere consentito ai soggetti in quarantena.

Il modulo di autocertificazione è scaricabile direttamente da questa pagina nella versione per agonisti e pre-agonisti o per utenti al link che trovate in basso. E’ consigliata la compilazione prima dell’arrivo nell’impianto al fine di snellire le procedure d’ingresso. In casi eccezionali potrà essere compilato nelle procedure di registrazione al desk prima dell’allenamento.

La mascherina, che tutti abbiamo ormai assunto come oggetto di quotidianità, deve essere indossata in tutte le fasi di accesso, pre e post allenamento, unita al distanziamento, è l’arma vincente contro il virus. E’ esclusivamente consentito l’utilizzo di mascherine chirurgiche o filtranti in tessuto. Non potrete usare le mascherine FFP2 o FFP3 con filtro. Quest’ultime proteggono solo chi le indossa, mettendo a rischio contagio coloro che utilizzano le altre.

In un periodo di grande incertezza è fondamentale tornare a vivere le proprie passioni. Il nuoto, per tutti Noi, è il miglior “vaccino” contro i cattivi pensieri.

Regolamento 25 Maggio

Autocertificazione Agonisti e Pre Agonisti

Autocertificazione Utenti non Agonisti